I “LEAN COFFEE”: agorà virtuale per Nomadi Digitali.

I “LEAN COFFEE”: agorà virtuale per Nomadi Digitali.

“LEAN COFFEE”: NOMADI DIGITALI ed ASPIRANTI ND, CONDIVIDONO ESPERIENZE, CONSIGLI e STRATEGIE IN VIDEOCONFERENZA. Facendo colazione assieme.

Da qualche tempo partecipo ai Lean Coffee organizzati da Adriano Gasparri, Alberto Mattei e Giovanni Battista Pozza: 3 fra i più attivi del remote working e del nomadismo digitale in Italia.

Sono incontri che si fanno quotidianamente in tutto il mondo.

Cosa sono i Lean Coffee?

Come spiegano i nostri ospiti all’inizio, per i nuovi arrivati, sono degli incontri strutturati ma senza agenda, dove si discutono vari argomenti legati ai temi di interesse della collettività partecipante. Sono molto democratici, poichè tutti i temi sono proposti e scelti da tutti. Sono votati di volta in volta tramite una Kanban Board, la lavagna digitale condivisa;

meeting

ognuno poi ha la possibilità di esporre l’argomento portato all’incontro e di ricevere consigli, esperienze e pareri dai partecipanti che conoscono la materia trattata.

Questi sono meeting dedicati ai nomadi digitali ed aspiranti tali perciò tutti gli incontri trattano argomenti che ruotano attorno a questo mondo.

icebreaker

Perchè lo consiglio? È un’esperienza che DÀ. E dove si abbia già una certa conoscenza di determinati argomenti c’è la possibilità di DARE a chi non abbia idea di come affrontare il passo o sia davvero alle prime armi con l’argomento. Si conoscono persone che condividono spesso interessi, obiettivi, che non si avrebbe altro modo di incontrare poichè situati dall’altra parte del mondo.

video conference

La lingua parlata è l’italiano, essendo un gruppo nato in Italia e rivolto agli italiani attivi nel ND e in procinto di avviarsi a tale stile di vita e lavoro.

È un appuntamento mensile, dinamico, stimolante che crea networking e condivisione in modo informale grazie anche al sistema adottato: l’uso del cosiddetto “icebreaker“, il caffè, fa si che ci si possa sentire a proprio agio in una situazione nuova nel più breve tempo possibile.

Una nota personale…

video meetingDal mio punto di vista, oltre alle preziose informazioni e all’incontro con splendide persone, ne è derivato un ulteriore beneficio.

Si sa la difficoltà che può esserci all’inizio in una conference call: il Lean Coffee offre l’opportunità di imparare a stare davanti ad una telecamera e ad interagire in modo chiaro e sintetico. Per un nomade digitale questo fattore è molto importante, poichè ne denota professionalità: può sembrare semplice una videocall con un’azienda, ma non lo è. È importante capire quando parlare, come parlare, come ASCOLTARE: si potrebbe avere una sola occasione di sentire delle informazioni utili al nostro incarico; non sarebbe professionale chiedere un’altra call per discuterne nuovamente, avendo perso dati dopo aver parlato “sopra” al nostro interlocutore. Sono dettagli che nella professionalità virtuale fanno la differerenza.

Ai Lean Coffee si può essere anche in 25, 30 persone e diventa davvero cruciale, avendo una sola ora a disposizione, ottimizzare tempi, argomenti e relazioni.

Ti piacerebbe partecipare? … stay tuned

 

il@

 

 

Share this Post